EMDR e esperienze traumatiche

Schermata 2013-06-04 alle 23.32.12L’EMDR (Eyes Movement Desensitization and Reprocessing) è un approccio terapeutico inventato nel 1989 da Francine Shapiro, psicologa di Palo Alto (California).
Nato per curare il Disturbo Post Traumatico da Stress (i primi pazienti sono stati i reduci dal Vietnam e vittime di stupro) ora viene applicato anche ad una vasta serie di disturbi psichici che hanno come fattore causale o scatenante un evento traumatico.

Gli eventi traumatici sono esperienze così destabilizzanti per l’equilibrio psico-emotivo di una persona da soverchiare le sue capacità di farvi fronte. Possono essere raggruppati in tre aree:

  • Eventi traumatici vissuti nell’età dello sviluppo (trascuratezza emotiva, relazioni disturbate con le figure di accudimento, abusi psichici, fisici, sessuali)
  • Eventi stressanti nell’ambito delle esperienze comuni (lutto, malattia, operazioni chirurgiche, perdite finanziarie, conflitti coniugali, separazioni, cambiamenti di lavoro, trasferimenti)
  • Eventi stressanti al di fuori dell’esperienza umana abituale (terremoti, inondazioni, incidenti, torture, violenza)

Il nostro cervello possiede un sistema innato di elaborazione dell’informazione, che nell’impatto con un’esperienza traumatica può venire compromesso. In questi casi gli aspetti emotivi, cognitivi e somatici legati all’esperienza vissuta non vengono immagazzinati nella memoria in modo integrato e funzionale ma permangono come elementi dissociati dall’esperienza cosciente sotto forma di pensieri intrusivi, flashback e di risposte a stimoli condizionati. L’EMDR è usato fondamentalmente per accedere, elaborare e portare ad una risoluzione adattativa i ricordi di queste esperienze traumatiche che stanno alla base dei disturbi attuali del paziente.

Poster emdr ginevraL’EMDR è un metodo terapeutico che attraverso la doppia focalizzazione (si chiede al paziente di pensare agli elementi più significativi del ricordo traumatico e contemporaneamente il terapeuta attua stimolazioni bilaterali degli emisferi cerebrali facendo muovere gli occhi del paziente da destra a sinistra e da sinistra a destra o tamburellando in modo alternato le mani o facendo ascoltare degli stimoli acustici alternati) permette una elaborazione accelerata dei ricordi traumatici (elaborazione adattativa della informazione).

La desensibilizzazione del ricordo e il cambiamento di prospettiva in ambito cognitivo osservabili durante una seduta di EMDR riflettono l’elaborazione del ricordo dell’esperienza traumatica: il paziente per la prima volta “vede” il ricordo lontano, distante; modifica le valutazioni cognitive su di sé incorporando emozioni adeguate alla situazione ed eliminando le sensazioni fisiche disturbanti. Quando il lavoro di elaborazione di una memoria traumatica è portato a compimento il paziente è in grado di ripensare all’evento traumatico senza provare alcun disagio.

L’EMDR è un trattamento riconosciuto ufficialmente da diversi organismi internazionali quali l’American Psychological Association, l’American Psychiatric Association, il Dipartimento della Difesa degli USA, l’Israeli National Council for Mental Health che nelle loro linee guida per la pratica clinica lo indicano come terapia d’elezione per la cura del disturbo post-traumatico da stress.

A livello europeo l’EMDR è riconosciuto come psicoterapia efficace dal Clinical Resource Efficiency Support Team (CREST) dell’Irlanda del Nord, dal Dutch National Steering Committee Mental Health Care, dal French National Institute of Health and Medical Research (INSERM), dal Medical Program Committee /Stockholm City Council, dal United Kingdom Department of Health) per il trattamento di numerose psicopatologie associate al trauma tra cui i disturbi d’ansia, la depressione e gli attacchi di panico.

Per saperne di più:
EMDR, per l’elaborazione degli eventi traumatici
EMDR, Italia
Journal of EMDR Practice and Research

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...